G

Gran Torino

Qualsiasi regista sognerebbe di chiudere la carriera con un film come Gran Torino. Come ama ripetere lo stesso Clint, lui annuncia continuamente il suo addio al cinema, ne è convinto, ma poi arriva sempre un nuovo progetto e infatti dopo Gran Torino sono arrivate altre pellicole. Si è parlato di testamento spirituale per un film che effettivamente si avvicina molto all'idea di lascito per i conte...[Continua]

Gangster Squad

Gansgter Squad è un film di supereroi Marvel, come potrebbe essere The Avengers. Nel 2008 la Warner Bors acquista i diritti per riproporre su grande schermo i racconti di Paul Lieberman, Tales Form The Gangster Squad, pubblicati a puntate sul Los Angeles Times. Nel 2010 il film viene messo in produzione, e ieri sera il sottoscritto lo ha visionato comodamente sbraciolato sul divano di casa, in blu...[Continua]

Il Grido Della Civetta

Un noleggio senza particolari pretese (mi piaceva il fatto che fosse un thriller con un'attrice poco "thriller" come Julia Stiles), con rimandi letterari e con una locandina molto intrigante (almeno per me), si è sorprendentemente rivelato un bel chiappo. Il Grido Della Civetta è una co-produzione anglo-franco-tedesco-canadese ed è tratto da The Cry Of The Owl di Patricia Highsmith; si tratta del ...[Continua]

Go Go Tales

Abel Ferrara è un regista senza via di mezzo, cagate o capolavori (più spesso cagate), ma se non altro è uno che dà spunti di discussione, sempre meglio dell'encefalogramma piatto derivante dai millemila-autovi-di-pvegio-italiani-voi-sapete-quali. Go Go Tales mi interessava per due ragioni fondamentalmente: 1) Asia Argento; 2) mi pareva di chiudere una ideale trilogia dello striptease, iniziata co...[Continua]

Il Giustiziere Della Notte

Brian Garfield nel 1972 pubblica un romanzo nero e violento, accolto al grido di "fascista, fascista!". Due anni dopo Michael Winner ne trae un film, Il Giustiziere Della Notte, con Charles Bronson. Nonostante Bronson avesse all'attivo già un miliardo di film, il ruolo di Paul Kersey gli rimarrà appiccicato come resina sulla pelle, e per sempre il signor Buchinsky (vero nome di Bronson), pur avend...[Continua]

Gunny

"È meglio che prendi nota: io sono cattivo, incazzato e stanco. Sono uno che mangia filo spinato, piscia napalm e riesce a mettere una palla in culo a una pulce a duecento metri. Per cui va a rompere il cazzo a qualcun altro." Si presenta così Gunny Highway, medaglia d'oro del Congresso, veterano della guerra di Corea e del Vietnam, ai suoi compagni di cella quando finisce dentro per la solita not...[Continua]

Il Giorno Del Cobra

Franco Nero, col suo impermeabile stropicciato, il suo cappello metti e leva, la faccia più stropicciata dell'impermeabile, l'appartamento/agenzia investigativa nei bassifondi, è un perfetto detective chandleriano, un tipo hard boiled, malinconico ed ironico, uno spiantato che sopravvive occupandosi di casi di poca importanza (una moglie lesbica che tradisce il marito). Per Larry Stanziani però le...[Continua]

Il Grande Inquisitore

La saga di Jason Bourne a me è piaciuta molto, parecchio se ci riferiamo ai primi due capitoli (Identity e Supremacy), abbastanza se si tratta del terzo (Ultimatum). Mi pareva una brillante rivitalizzazione del genere spionistico, sufficientemente emancipata dal modello 007 (il nuovo corso con Daniel Craig ha preso in prestito un bel po' da Bourne), ma allo stesso tempo anche meno fumettosa e hi-t...[Continua]

Giornata Nera per L’Ariete

Pare che per Giornata Nera Per L'Ariete a Luigi Bazzoni fu chiesto di fare "l'argentiano", girare insomma un thriller alla maniera dell'astro nascente (ma a quel punto assai più che nato, già affermato) Dario Argento e dei suoi gialli zoomorfi. Il risultato è questo ottimo esempio di thriller teso ed intenso, grazie anche all'apporto della spettacolare fotografia di Storaro, della stropicciata int...[Continua]

Gli Fumavano Le Colt…Lo Chiamavano Camposanto

Con un titolo così come fai a non amare il cinema di genere italiano? Divertente western con diversi spunti comici (ma non troppo, non temete, l'epica della terra di frontiera rimane), nato sulla scia dei Trinità (ed infatti la sceneggiatura è opera di E.B. Clucher (Enzo Barboni), regista di millanta pellicole della premiata ditta Spencer/Hill e padre indiscusso dei Trinità. Da notare come anche i...[Continua]

Il Grande Racket

Il Grande Racket è un film del Grande Castellari, uno dei registi italiani preferiti di Tarantino, e questo lo sanno pure i sassi, e ha pure un po' stufato, perché pare che se non lo diceva lui noi non ce lo sapevamo che il cinema bis itagliano era di gran qualità! Il Grande Racket nello specifico è da molti fini intenditori ritenuto il top di Castellari, o comunque uno dei momenti più felici dell...[Continua]

Giovani, Belle Probabilmente Ricche

In Giovani, Belle Probabilmente Ricche (noto anche come Le Fichissime), Tarantini (...che non è Eastwood) mette insieme un cast allucinante: Nadia Cassini, Carmen Russo e Olivia Link, nota anche come Olinka Hardiman, l'unica delle tre con una vera carriera hard alle spalle. I presupposti per riempire le corsie degli ospedali di infartuati ed erezioni irriducibili c'erano tutte, e, a onor del vero,...[Continua]