marco

1990 – I Guerrieri Del Bronx

Il titolo "nobiliare" di primo post atomico italiano se lo aggiudica 1990 - I Guerrieri Del Bronx di Castellari. Che poi cosa si intende per "post atomico" italiano, o "post apocalittico", visto che le apocalissi possono essere di natura anche diversa da quella nucleare? Essenzialmente quel filone autoctono che si fa appunto canone, sulla scorta di alcune pellicole estere, segnatamente Interceptor...[Continua]

Guardami Nuda

Al cinema Italo Alfano dirige pochissimo, due decamerotici (Canterbury Proibito e Decameron n°3) e poi approda a questo dramma borghese intinto di eros, un po' pruriginoso a cominciare dal titolo, ma con velleità autorali piuttosto evidenti. Scorrono i primi 4 minuti abbondanti di film e non viene proferita parola né scorrono i titoli di testa. Dagmar Lassander (Magda) e Ugo Pagliai (Carlo) sono i...[Continua]

Distorted

Voglio molto bene a Christina Ricci, è un'attrice che ho sempre avuto nel cuore sin dai tempi di Sirene (1990) con Cher, praticamente il suo esordio. L'ho vista crescere anagraficamente pellicola dopo pellicola, passare dall'essere bambina ad una bellissima donna, particolare nella sua fisicità ma estremamente attraente, e senza dubbio talentuosa come attrice. Il punto però è che, per quanto io le...[Continua]

No Time To Die

E venne il giorno.... No Time To Die, capitolo numero 25 della saga di James Bond, personaggio di Ian Fleming, approda finalmente nei cinema, dopo un anno e mezzo di parcheggio nei cassetti della EON Productions causa pandemia. Per un po' si è temuto che persino la fatidica ennesima data del 30 settembre 2021 sarebbe dovuta slittare ma, dopo forse un interessamento della stessa Spectre, la pellico...[Continua]

I Piaceri Dello Scapolo

Documentarista, medaglia d'argento per la Resistenza partigiana, autore letterario e sceneggiatore, Giulio Petroni esordisce alla regia proprio con I Piaceri Dello Scapolo, una commedia facile e assai poco intellettuale, di quelle che riempivano le sale e regalavano al pubblico italiano del boom economico un'oretta e mezzo di puro divertimento. La mitica garconniere era uno status symbol di quegli...[Continua]

Se Lo Scopre Gargiulo

Dopo svariate sceneggiature, tra le quali Giallo Napoletano (Sergio Corbucci, 1979), Cafè Express (Nanny Loy, 1980), Madonna Che Silenzio C'è Stasera (Maurizio Ponzi, 1982), Mi Manda Picone (Nanny Loy, 1984), Un Complicato Intrigo Di Donne, Vicoli e Delitti (Lina Wertmüller, 1985), Elvio Porta approda alla regia, esordendo con il suo Se Lo Scopre Gargiulo, del quale naturalmente firma anche la sce...[Continua]

Byleth (Il Demone Dell’Incesto)

Leopoldo Savona, quello - fra gli altri - de Le Notti Dei Teddy Boys (1959) e La Leggenda Di Fra Diavolo (1962), dirige nel '71 questo improbabile Byleth, sfruttando l'onda del gotico italiano con ambientazione ottocentesca, castelli, cavalieri e vestitoni da dama impomatata. Saremmo nell'Inghilterra letteraria ma più prosaicamente stiamo nella zona di Cerveteri, nel Lazio. Qui il Duca Lionello (M...[Continua]

I Racconti Di Canterbury

Un anno dopo Boccaccio arriva Chaucer, Pasolini si internazionalizza, scrive e dirige il secondo capitolo della cosiddetta "Trilogia della Vita" che concluderà nel 1974 con Il Fiore Delle Mille E Una Notte, l'intera epopea dell'arte e del piacere di narrare dall'Italia all'Inghilterra e poi ad est, verso Oriente, coprendo tutto il mondo conosciuto prima di Cristoforo Colombo, che quel mondo chiude...[Continua]

Barb Wire

Forse non tutti sanno che Barb Wire nasce come fumetto della Dark Horse che infatti co-produce il film. L'idea di affidare il ruolo di protagonista a Pamela Anderson tuttavia sconvolge completamente l'obbiettivo di trasporre in modo credibile la striscia cartacea in fotogrammi di celluloide. Intendiamoci, anche nel fumetto Barbara Kotepski è una valchiria bionda sempre (s)vestita in modo sexy, ma ...[Continua]

Il Decisionista

Tra il 1997 e il 1999 Mauro Cappelloni dirige tre film, i suoi unici tre film come regista, tutti con Gianmarco Tognazzi come protagonista. La sua carriera in realtà conta la partecipazione a molte più pellicole sin dai tardi anni '60, in qualità di regista della seconda unità o assistente regista (tra gli altri, Orgasmo di Lenzi, Metello, Per Le Antiche Scale di Bolognini, Cattivi Pensieri di e c...[Continua]

Il Quarto Uomo

Paul Verhoeven, l'eclettico, sperimenta con i generi esplorando forme di cinema ed atmosfere anche profondamente diverse tra loro. Nei '70 passa abilmente dalla commedia al dramma, alla guerra, all'ambiente sportivo, al fantasy, spesso e volentieri non lesinando sull'erotismo e su tematiche sempre trasgressive, provocatorie, dirompenti, indubbiamente forti. Non a caso le accuse che vengono mosse a...[Continua]

Cacciatori Di Vergini

Nel 1993 la TorchLight Entertainment, divisione soft-core della Full Moon Entertainment, esordisce con Beach Babes From Beyond (da noi Incontri Ravvicinati Del 4° Tipo), caratterizzandosi da subito per quella che sarà la sua cifra peculiare, pellicole estremamente commerciali, goliardiche, in bilico tra fantascienza e horror sempre e comunque intinte di erotismo, gran belle figliole gonfie e disin...[Continua]