marco

La Maledizione Dello Scorpione Di Giada

Trentaduesima pellicola in carriera di Allen, seconda del nuovo millennio dopo Criminali Da Strapazzo. Da molti è considerata una delle peggiori (all'interno di un lustro a sua volta considerato tra i meno brillanti e creativi del regista); Allen stesso lo ritiene probabilmente il suo peggior film di sempre. Addirittura? Una pioggia di critiche così granitica è motivata? Non so rispondere, sono un...[Continua]

Poltergeist II – L’Altra Dimensione

Quattro anni separano il sequel dal suo predecessore, quattro anni nei quali il team artistico e quello produttivo hanno tutto il tempo di concepire, soppesare, valutare e realizzare una pellicola in grado di bissare il grande successo e la notevolissima intuizione di Poltergeist, licenziato dalla brillante coppia Steven Spielberg/Tobe Hooper. I due geni non sono più al timone del progetto, è semp...[Continua]

Ustica

Renzo Martinelli, docente di regia a Cinecittà, sceneggiatore, produttore cinematografico e televisivo, nonché ovviamente - e come è noto - regista, è abbonato a pellicole controverse, di grosso impegno civile e foriere di polemiche. Non sapevo che con la sua casa di produzione fondata negli anni '70 avesse confezionato videoclip addirittura per Van Halen, Alan Parsons, Rockets (oltre agli italian...[Continua]

Erin Brockovich – Forte Come La Verità

Erin Brockovich è un film atipico per Soderbergh, solitamente regista atipico di film atipici e dunque apparentemente fuori fuoco per una storia come quella ispirata alla vera Erin Brockovich. Una pellicola di denuncia, tutto sommato abbastanza classica e hollywoodiana come impostazione. Agli Oscar del 2001 (il film è del 2000) Soderbergh è addirittura candidato come miglior regista per due film c...[Continua]

Blue Jasmine

Dopo aver visto l'interessante documentario Woody del 2012 di Robert  B. Weide, che ripercorre la carriera di Allen fino a Midnight In Paris, ritrovato grande successo di critica e botteghino dopo il periodo di flessione dei primi anni 2000, mi è tornata voglia di rispolverare la filmografia di Allen, vedendo quei titoli che ancora (mi) mancavano all'appello o magari recuperando quelli che mi era ...[Continua]

Halloween (2018)

Benché si tratti del film numero 11 del franchise, questo ennesimo Halloween è da intendersi come diretto sequel del primo omonimo film, 40 anni dopo, gli stessi 40 che pure dentro la pellicola vengono fatti trascorrere. A mare tutti i vari sequel e reboot, comprese le recenti ripartenze firmate da Rob Zombie. Torna in campo sua maestà Carpenter il quale, oltre alla sua benedizione e alla consulen...[Continua]

Poltergeist – Demoniache Presenze

Nello stesso anno di E.T. Steven Spielberg produce un altro film che incollerà gli americani ed il mondo intero allo schermo, con protagonista ancora un bambino (in questo caso una bambina), ambientato sempre nel contesto della provincia borghese americana e dove il la famiglia è la cornice di ogni evento, l'alfa e l'omega, dove tutto ha inizio e dove tutto trova la sua ricomposizione. L'impatto c...[Continua]

Il Mio Corpo Per Un Poker (The Belle Starr Story)

Uno spaghetti western con una super lentigginosa Elsa Martinelli e George Eastman, diretto  nel 1968 da Lina Wertmüller? Ma è mai possibile questa cosa? Parrebbe da si, almeno in parte. Non è chiaro tra soggetto, regia e montaggio quale sia esattamente la quota parte che ha visto coinvolta la Wertmüller, anche perché lei stessa nel tempo ha fornito versioni differenti riguardo al film, ma è quasi ...[Continua]

Una Vita Bruciata

Provocatore, avventuriero, intellettuale ma anche votato all'effimero ed al glamour, Roger Vadim ha sempre avuto un rapporto estremamente conflittuale con la critica. A torto o a ragione (spesso entrambi) i suoi film venivano liquidati come pretenziose operette vuote, fintamente intente a costruire chissà quali architetture semantiche e simboliche, ma in realtà tutte rivolte all'ora e adesso, alla...[Continua]

Patrick Vive Ancora

Mario Landi, laureato in Giurisprudenza e diplomato all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica, viene ricordato come prezioso ed elegante protagonista della tv italiana, regista Rai di varietà con Tognazzi e Vianello, Canzonissime, Festival della canzone napoletana, il celebre Il Cappello Sulle Ventitré, sceneggiati televisivi tratti da Pirandello, Simenon, Brontë, Molière, Turgenev, Miller, Deledd...[Continua]

Crush

Film direct-to-video negli Stati Uniti che da noi approda in homevideo. Personalmente ho scovato il bluray ad un prezzaccio, l'operazione di per sé mi incuriosiva e allora gli ho dato una chance. Alla fine della fiera non ho visto un capolavoro (nemmeno mi aspettavo di vederlo) ma un filmetto serale da divano piuttosto godibile, pur con tutti i suoi limiti, le sue semplificazioni e le sue ovvietà....[Continua]

Witness – Il Testimone

Primo film su suolo americano del regista australiano Peter Weir, all'indomani del bellissimo Un Anno Vissuto Pericolosamente. Il suo taccuino di lavoro in realtà aveva in programma Mosquito Coast, ma la realizzazione si stava rivelando molto complicata, così passò a dirigere questo Witness e Mosquito Coast arrivò nelle sale l'anno successivo, nel 1986. Entrambi i titoli condividono l'attore princ...[Continua]