N

Il Nome Della Rosa

Il romanzo omonimo di Umberto Eco esce nel 1980, sei anni dopo il film di Jean-Jacques Annaud è nelle sale, cinque sono quelli impiegati nella preparazione; tutto sommato congrui trattandosi di tradurre in immagini e narrazione cinematografica l'incredibile messe sapienziale di un erudito di altri tempi. La lavorazione sul set occupò 16 settimane per un costo complessivo di circa 17 milioni di dol...[Continua]

Niente Da Nascondere

Regista complesso e sottile l'austriaco Haneke, che nel 2005 firma questo Niente Da Nascondere, storia dissimulata sotto le spoglie del genere thriller ma che usa il genere per portare avanti un proprio discorso, estremamente politico. Del resto il cinema di genere si è spesso prestato a questo tipo di operazione, fornire i confini, i binari, il recinto dentro al quale un autore ha poi espresso la...[Continua]

All’Onorevole Piacciono Le Donne

Nonostante Le Apparenze... E Purché La Nazione Non Lo Sappia... All'Onorevole Piacciono Le Donne, questo per esteso il titolo originale della pellicola diretta da Lucio Fulci e scritta con Sandro Continenza e Ottavio Jemma, incastonata tra Una Lucertola Con La Pelle Di Donna e Non Si Sevizia Un Paperino, due dei film più importanti ed iconici di Fulci e soprattutto due storie completamente diverse...[Continua]

Nuda Per Satana

L'estroso Luigi Batzella, che qui si firma Paolo Solvay, concepisce l'ennesimo delirante e psichedelico film a base di horror, goticismi ed erotismo, tutto concentrato in appena 78 minuti (poi ampiamente insertati da momenti hard per la distribuzione della pellicola all'estero). Un anno prima degli stracult Kaput Lager - Gli Ultimi Giorni Delle SS e La Bestia In Calore, i film per i quali verrà ri...[Continua]

Nikita

Subway era già stato un discreto film, estroso e molto attento alle suggestioni provenienti da oltre Oceano, Le Grand Bleu fu un successo clamoroso in patria (aprì addirittura il festival di Cannes) e convinse la Gaumont Film Company a finanziare il successivo lavoro di Luc Besson praticamente al buio. Il film si fece, con la co-produzione anche di Besson stesso e fu un altro grande successo. In F...[Continua]

Nico

Le  papille gustative del critico cinematografico di una certa levatura qui andrebbero in catalessi, ritenendo di trovarsi al cospetto di una pellicola di quelle orrende, anni '80, tutte action, con un protagonista da barzelletta, dialoghi fatti a colpi di macete ed una ideologia strisciante di fondo ad un passo dal fascismo conclamato. Forse tranne che per dei dialoghi di bassa risma, tutto il re...[Continua]

Non Ci Resta Che Il Crimine

C'erano tutti i presupposti per fare un buon film, o perlomeno un film divertente, ma secondo una precisa regola evidentemente inderogabile del cinema italiano dei 2000, l'occasione va alle ortiche e il film svacca immediatamente, senza nemmeno provarci. Altrettanto indubitabilmente al botteghino è un successo trionfale, a riprova che il pubblico oramai si accontenta e parecchio. Certo, il cuore p...[Continua]

Nude Per L’Assassino

Nello stesso anno in cui Argento porta in sala Profondo Rosso (1975), Andrea Bianchi - prima di diventare un nome celebre anche e soprattutto per pellicole pornografiche - spoglia una quantità generosa di attrici al conspetto del proprio assassino. La pellicola in questione guadagna nel tempo lo status di nume tutelare del cinema slasher, tra quelle cioè che hanno contribuito alla ideazione e allo...[Continua]

Nero Bifamiliare

Opera prima del leader dei Tiro Mancino, Federico Zampaglione, che cura anche soggetto e sceneggiatura. Era dai tempi di Tulpa che volevo recuperare questo titolo che mi ero perso. Lo sciacallaggio scatenatosi sul thriller del 2012 di Zampaglione fu strabiliante e tutto sommato, con tutti i suoi limiti, a me Tulpa piacque discretamente. Sono finalmente riuscito a dedicare 90 minuti a Nero Bifamili...[Continua]

Nove Ospiti Per Un Delitto

Dieci piccoli indiani meno uno, ovvero nove ospiti per un delitto. Oddio uno, nel senso del primo che dà avvio alle danze, perché poi in effetti è un'ecatombe. Impostazione molto simile a Cinque Bambole Per La Luna D'Agosto di Bava, precedente di sette anni, ma più in generale le similitudini ci sono con tutte quelle storie - su pagina bianca o su pellicola - che riuniscono un certo numero di agne...[Continua]

Nerone

Produzione cinematografica del Bagaglino ancora lontano dalla prima serata televisiva Mediaset, quella con cui quelli della mia età hanno imparato a familiarizzare col nome della compagnia di varietà romana di Pier Francesco Pingitore e Mario Castellacci. Anche per questo motivo non sono mai stato granché impressionato dalla comicità del Bagaglino, grossolana, spesso volgare, demagogica e ruffiana...[Continua]

Napoli Velata

Da Istanbul a Napoli, nel 2017 Ferzan Ozpetek è in sala con due film, uno nel titolo ha la sua città natia, l'altro invece Napoli, e lo stesso regista ha dichiarato quanto abbia trovato una consonanza ideale e spirituale tra i due luoghi. Napoli come Istanbul dunque, ed infatti come tale il regista la tratta, cinematograficamente parlando. Non la capitale di Gomorra ma un pulsante dedalo multicult...[Continua]

  • 1
  • 2
  • 5