P

I Piaceri Dello Scapolo

Documentarista, medaglia d'argento per la Resistenza partigiana, autore letterario e sceneggiatore, Giulio Petroni esordisce alla regia proprio con I Piaceri Dello Scapolo, una commedia facile e assai poco intellettuale, di quelle che riempivano le sale e regalavano al pubblico italiano del boom economico un'oretta e mezzo di puro divertimento. La mitica garconniere era uno status symbol di quegli...[Continua]

Planetarium

Planetarium è un film complesso, con tanta carne al fuoco e del quale non sono affatto sicuro di aver compreso fino in fondo il significato ed ogni sfumatura possibile. Da quello che leggo in giro è un sentimento comune anche ad altri che lo hanno visto, quindi rimane il dubbio - data la statistica - che il limite sia effettivamente mio, come spettatore, o che piuttosto la regista e sceneggiatrice...[Continua]

The Place

Non ho un buon rapporto con i film di Paolo Genovese, quelli che ho visto sin qui mi hanno fatto venire l'orticaria, per la faciloneria, il qualunquismo, la ruffianeria e l'opportunismo dei temi trattati (come e perché). Mi riferisco ai due Immaturi, a E' Tutta Colpa Di Freud e a Perfetti Sconosciuti. Per di più The Place non è nemmeno interamente farina del suo sacco, ma trae spunto da una serie ...[Continua]

Paura Su Manhattan

Siete alla ricerca di un film che incarni in maniera indelebile e filologica gli anni '80 a stelle e strisce, l'immaginario di una New York notturna, illuminata dalle fiammeggianti luci al neon dei locali e dei negozi, un'offerta ininterrotta di ragazze ad ogni angolo di strada, per ogni tasca ed ogni esigenza, brutti ceffi che camminano sui marciapiedi, nei vicoli bui, droga, prostituzione, poliz...[Continua]

La Proprietà Non E’ Più Un Furto

Film concettuale molto complesso, sul quale si potrebbe scrivere una trattazione lunga quanto un corposo volume cartaceo (e probabilmente qualcuno lo ha già fatto), ma che per esigenze di brevità si può solo esaminare nei suoi aspetti più salienti e pregnanti. C'è chi lo considera il punto di approdo della cosiddetta trilogia delle nevrosi (Indagine Su Di Un Cittadino Al Di Sopra Di Ogni Sospetto ...[Continua]

La Parola Ai Giurati

Esistono varie versioni di questo soggetto (di Reginald Rose), nel 1997 William Friedkin ne curò una omonima per la tv con un cast di tutto rispetto che comprendeva tra gli altri Jack Lemmon, James Gandolfini, George C. Scott; nel 2007 Nikita Mikhalkov gira 12, ma esistono anche adattamenti indiani (Ek Ruka Hua Faisia, 1986) e cinesi (12 Citizens, 2014), e svariate citazioni televisive (da Happy D...[Continua]

Perfetti Sconosciuti

Benvenuti all'ennesima puntata de "il vostro amico blogger cinefilo di quartiere vs la commedia italiana contemporanea". Nel 2016 Paolo Genovese - che sta cominciando a diventare un habitué della rubrica, visto che me ne ero già occupato in occasione di Tutta Colpa Di Freud - dirige Marco Giallini (un'altra volta), Anna Foglietta (un'altra volta), Valerio Mastrandrea, Alba Rohrwacher, Kasia Smutni...[Continua]

Per Sesso O Per Amore?

Uno stile contraddistinto da "un forte anticonformismo ed un umorismo nero", così Wikipedia scrive di Bertrand Blier, definizione estremamente calzante (e mi perdonerete se la fonte non è chissà quale cima della intellighenzia critica cinefila) anche per il penultimo film di Blier (al quale farà seguito nel 2010 il solo Le Bruit Des Glaçons). In Italia la pellicola arriva con il (solito) ammiccant...[Continua]

In Punta Di Piedi

Due meraviglie assolute sul set di In Punta Di Piedi (1960), il debutto come attrice di Jane Fonda, il cui padre Henry era un buon amico di Joshua Logan, e Anthony Perkins, che in realtà fu una seconda scelta o, per meglio dire, un ripiego obbligato, vista l'indisponibilità della Warner Bros ad investire su due nomi troppo giovani ed ancora poco "solidi" come garanzia di un buon incasso. Ci doveva...[Continua]

Prestami Tua Moglie

All'altezza di Prestami Tua Moglie Lando Buzzanca è sulla curva discendente di una carriera che ha fatto faville e che almeno fino al 1976 di San Pasquale Baylonne aveva offerto schioppettate importanti per l'attore palermitano. Appena due anni dopo il film di Carnimeo, sarà la volta della comparsata in Vado A Vivere Da Solo, nel quale Jerry Calà racconta di un Buzzanca particolarmente smanioso di...[Continua]

Prey – La Preda

Dick Maas è un regista olandese noto (a chi è noto) per thriller/horror pregevoli come L'Ascensore (1983), il suo esordio, e Amsterdamned (1988). Dagli anni '80 ha comunque continuato a girare pellicole, orbitando nel circuito dei b-movies, con budget per i quali era necessario tirar fuori un coniglio dal cilindro (con un diametro sempre molto stretto). L'ultima sua fatica in ordine di tempo è Pre...[Continua]

Per Amore Di Poppea

Dopo il gran pezzo dell'Ubalda ('72) e la bella Antonia ('72), dopo le vedove inconsolabili ('74), le segretarie ('76) e le compagne di banco ('77), Mariano Laurenti decide che nel novero delle due commedie sexy manca un'incursione nel peplum, nell'epoca dei sandaloni, dei mantelli rosso porpora, dell armature dorate e dei grandi oratori classici. Arriva così nel 1977 Per Amore Di Poppea, dove Pop...[Continua]

  • 1
  • 2
  • 9