I

Innocenza E Turbamento

Un anno dopo Malizia di Salvatore Samperi esce un film che in molti riconducono direttamente a quello, senza passare dal Via. La filiazione pare evidente, la derivazione innegabile e molto probabilmente Innocenza E Turbamento non sarebbe mai esistito se a sua volta Malizia non fosse mai esistito.... o magari no. In quegli anni il cinema di genere italiano era "a pacchetti", diviso per grandi topoi...[Continua]

Incontro D’Amore – Bali

Forte del buon responso riscosso da Bora Bora nel 1968, noto per essere il primo esotico-erotico italiano (ambientato in Polinesia), Ugo Liberatore pare vivesse nell'ossessione di dover rispondere ad alte aspettative, dando un seguito di egual successo a quella pellicola. Incontro D'Amore dà un po' quell'impressione lì, ci si sposta dall'Oceano Pacifico a quello indiano (praticamente attraversando...[Continua]

Italiani! È Severamente Proibito Servirsi Della Toilette Durante Le Fermate

Talvolta viene erroneamente considerato il film d'esordio di Vittorio Sindoni, che invece un anno prima aveva diretto Omicidio Per Vocazione (conosciuto anche come L'Assassino Ha Le Mani Pulite). Questo lunghissimo (titolo) Italiani! È Severamente Proibito Servirsi Della Toilette Durante Le Fermate è però una pellicola completamente diversa, un'opera politica e contestataria, sulla scia dei Belloc...[Continua]

International Hotel

Nello stesso anno del mastodontico e stremante Cleopatra, Elizabeth Taylor partecipa ad un'altra pellicola, agli antipodi rispetto al biopic sulla faraona. Tanto quello di Mankiewicz era enorme, colossale, "larger than life", tanto questo International Hotel è minimal, ristretto, contenuto (non tanto nel budget quanto nella sostanza). Il titolo originale è The V.I.P.s, dunque il materiale umano è ...[Continua]

Gli Insaziabili (aka Femmine Insaziabili)

Nel 1969 Alberto De Martino dirige questo giallo a base di indagini e ricostruzioni ex post. Giulio Lamberti (Roger Fritz) è emigrato dall'Italia negli Stati Uniti con un bel contratto in tasca per fare l'uomo immagine della Chemical International. Anni dopo si ritrova con l'amico di infanzia Paolo Vittori (Robert Hoffmann), al quale rivela di essere braccato. Vittori viene picchiato perché riveli...[Continua]

Italian Concupido

Momento fiammeggiante per il filmaker bergamasco Roger A. Fratter che ha pronti ben tre nuovi lungometraggi da offrire al proprio pubblico (e a chiunque sia desideroso di approcciarsi al suo cinema indipendente e di esperienza). Tra 2019 e 2020 Fratter ha confezionato tre nuovi titoli, il primo dei quali (perlomeno ad essere edito in homevideo) è Italian Concupido, una commedia suddivisa in 8 movi...[Continua]

Io, Caligola (aka Caligola)

Il film più controverso di Tinto Brass, il più controverso biopic su Caligola (con buona pace dei Joe D'Amato, dei Roberto Bianchi Montero e dei Bruno Mattei, tutti autori di un proprio Caligola) nonché una delle pellicole più discusse e tormentate di sempre. Inevitabile fosse così, si racconta di tensioni sul set con gli attori (O'Toole non si riteneva adeguatamente valorizzato, la Mirren a dista...[Continua]

La Signora In Bianco – Insignificance

Nicolas Roeg non è un regista facile, ogni suo film presenta insidie ed ambiguità, piani di lettura stratificati, simbolismi, non-sense apparenti, voluti o puramente estetici, comunque una gran cura della messa in scena e lasciano un grosso punto interrogativo sulla testa dello spettatore una volta esauriti i titoli di coda. La Signora In Bianco, tratto dall'omonima opera teatrale di Terry Johnson...[Continua]

Indiana Jones E L’Ultima Crociata

Spielberg voleva farsi perdonare per Il Tempio Maledetto - come se realmente avesse avuto qualcosa da farsi perdonare - inoltre doveva onorare la promessa fatta a Lucas di concludere la trilogia girando tre capitoli di Indiana Jones. Fu più volte sul punto di recedere, per portare a termine L'Ultima Crociata dovette rinunciare alle regia di Big (con Tom Hanks) e Rain Man, due ottimi film anche sen...[Continua]

Indiana Jones E Il Tempio Maledetto

Che Indiana Jones potesse essere una trilogia era già stato ventilato da subito, George Lucas, fresco fresco dei tre capitoli di Guerre Stellari, ci pensava senza indugio, chiaro che ci avesse preso gusto. Spielberg fu il regista designato a dirigere i tre (eventuali) film. Dato il successo clamoroso del primo I Predatori Dell'Arca Perduta, il secondo Indiana Jones arrivò liscio liscio. Per altro ...[Continua]

Interceptor – Il Guerriero Della Strada

Due anni ed arriva il sequel di Mad Max, non sarebbe potuto essere altrimenti visto il grande e per certi versi inaspettato successo riscontrato dal primo capitolo. Per altro c'era un conto in sospeso con l'America, la quale aveva importato Mad Max ma lo aveva interamente ridoppiato (mal sopportando gli accenti australiani), il che aveva contribuito a rendere più spuntata la ruspantissima pellicol...[Continua]

Interceptor

Qualcuno ha idea del perché un film con un titolo anglofono venga distribuito in Italia cambiandolo con un altro titolo anglofono, che per giunta fa riferimento all'auto del protagonista e non al protagonista stesso? Non si sa, misteri dell'intelligenza distributiva nostrana, però è così che nel gennaio del 1980, 10 mesi dopo la sua uscita in patria, Interceptor, ovvero Mad Max, è proiettato nei c...[Continua]

  • 1
  • 2
  • 6