F

Film Rosso

Sempre nel 1994, dopo Film Bianco esce Film Rosso, che conclude la trilogia dei colori ispirati alla bandiera francese. E' il turno della fraternità, Kieślowski vi si dedica dopo libertà e uguaglianza. Al netto di qualsiasi giudizio estetico o critico-cinematografico, va riconosciuto lo sforzo titanico del regista polacco di costruire una trilogia così gravosa, riguardante quasi l'intero scibile u...[Continua]

Firenze! L’Assassino E’ Ancora Tra Noi

Mentre Camillo Teti, produttore, ha in cantiere la pellicola Il Mostro Di Firenze la cui regia è affidata a Cesare Ferrario, Camillo Teti, regista, dirige un film sul mostro di Firenze, intitolato L'Assassino E' Ancora Tra Noi, e la lavorazione va estremamente di corsa per bruciare sul tempo Ferrario ed uscire prima in sala, cosa che in effetti accade. Qualche settimana di set e via nei cinema. Un...[Continua]

Gli Insaziabili (aka Femmine Insaziabili)

Nel 1969 Alberto De Martino dirige questo giallo a base di indagini e ricostruzioni ex post. Giulio Lamberti (Roger Fritz) è emigrato dall'Italia negli Stati Uniti con un bel contratto in tasca per fare l'uomo immagine della Chemical International. Anni dopo si ritrova con l'amico di infanzia Paolo Vittori (Robert Hoffmann), al quale rivela di essere braccato. Vittori viene picchiato perché riveli...[Continua]

Film Bianco

Un anno dopo Film Blu, Krzysztof Kieślowski prosegue la sua esplorazione dei colori della bandiera francese e conseguentemente dei tre valori fondanti della République, libertà, fraternità ed uguaglianza. Stavolta è il turno del bianco e quindi dell'uguaglianza. Ancora una volta, come per Film Blu, il punto di vista del regista polacco non è né politico né militante, quanto piuttosto calato nella ...[Continua]

Film Blu

Kieślowski è universalmente riconosciuto come uno dei più grandi registi mai esistiti, tra le sue opere monumentali c'è anche questa trilogia dedicata alla bandiera francese (e per proprietà transitiva alla Francia), riprodotta nei tre colori, allegoria delle tre virtù fondanti della République, libertà, fraternità ed uguaglianza. Il primo colore è il blu ed il primo attributo è la libertà. Impegn...[Continua]

L’Amica Di Mio Marito (Frank & Eva – Living Apart Together)

Dopo che il cineasta olandese Pim de la Parra era salito agli onori della cronaca (perlomeno a livello underground) nel 1969 con l'ottimo Obsessions (aka Bezeten, Het Gat In De Muur), al quale aveva contribuito persino Martin Scorsese a livello di sceneggiatura, segue tra gli altri l'interessante Blue Movie (1970) e un anno dopo questo Frank & Eva, distribuito in Italia come L'Amica Di Mio Mar...[Continua]

Fuori Di Testa (Fast Times At Ridgemont High)

Tra le teen comedies degli anni '80, Fast Times At Ridgemont High merita un posto speciale, un posto d'onore. In Italia è stato distribuito con l'anonimo titolo Fuori Di Testa, che poi verrà regolarmente confuso con Fusi Di Testa (Wayne's World, del 1992). La Ridgemont High è il liceo americano che gli studenti del film frequentano per l'ultimo anno, prima di diventare grandi ed abbandonare quel p...[Continua]

Mad Max: Fury Road

Ci ha girato intorno parecchio George Miller e alla fine è ritornato sul luogo del delitto, il luogo a lui più caro. Per quanto abbia diretto anche film completamente diversi (Le Streghe Di Eastwick, Babe Va In Città, i cartoni animati sui pinguini Happy Feet e persino L'Olio Di Lorenzo, drammone strappalacrime con Nick Nolte e Susan Sarandon), il vecchio Max Rockatansky rimane il primo e più gran...[Continua]

Fellini Satyricon

Non mi avventuro in alcun modo in una disamina su Fellini, sul suo cinema e neppure sul Satyricon stesso, non ne sono all'altezza, fior di critici ne hanno trattato e parzialmente il "mistero" rimane ancora irrisolto e tutto da sviscerare, l'universo del cineasta italiano probabilmente più famoso e celebrato nel mondo, di certo tra i più creativi e visionari. Il Satyricon poi è un mistero nel mist...[Continua]

Il Fauno Di Marmo

Tratto dall'omonimo romanzo di Nathaniel Hawthorne (liberamente tratto) e ampiamente ispirato da Il Segno Del Comando (e da L'Amaro Caso Della Baronesa Carini), la Rai nell'autunno del '77 porta sullo schermo la storia in tre puntate sceneggiata da Massimo Franciosa e Luisa Montagnana, e diretta da Silverio Blasi, anche attore ma soprattutto regista e sceneggiatore teatrale, televisivo e radiofoni...[Continua]

Fame Da Vampira (Female Vampire Ridens)

Venti anni dopo Roger Fratter torna sul luogo del delitto, come accade agli assassini nei migliori gialli. Un doppio ritorno per Fratter, innanzitutto all'horror, genere che lo ha battezzato agli esordi (perlomeno nei lungometraggi), e segnatamente a Sete Da Vampira, suo primo film, datato 1997. Stessi luoghi (gli inquietanti e sinistri dintorni boschivi di Bergamo), cast completamente diverso ed ...[Continua]

Il Fidanzato Di Mia Sorella

Lo scozzese Tom Vaughan non è famosissimo da noi, ha diretto tante serie tv, ma in sala il suo curriculum conta titoli non proprio definitivi e spaccabotteghino, come il thriller Misure Stradordinarie (con Harrison Ford e Brendan Fraser) e Una Spia Al Liceo con Miley Cyrus. Poi c'è questo Il Fidanzato Di Mia Sorella, che è un vero e proprio manifesto programmatico. Immaginatevi che i protagonisti ...[Continua]

  • 1
  • 2
  • 5