S

Star Crash – Scontri Stellari Oltre La Terza Dimensione

Luigi Cozzi va giustamente orgogliosissimo di questo film del 1977 da lui scritto e diretto, e nato come una mezza scommessa, dimostrare che anche in Italia si potevano fare film con effetti speciali, cosa nella quale i produttori non credevano ed infatti Cozzi non trovava finanziamenti. Ci volle un americano (belga di nascita), Nat Wachsberger, a sostenere Cozzi, anche se la preproduzione del fil...[Continua]

Stregata Dalla Luna

Il 1987 è un anno d'oro cinematograficamente per Cher, tre pellicole, tre ottime pellicole, un buon successo di botteghino e soprattutto un Oscar, dopo la nomination nell'84 per Silkwood come miglior attrice non protagonista, stavolta la statuetta arriva e per il ruolo di protagonista. Le offre questa opportunità Norman Jewison, il quale a sua volta veniva da un film importante e sofferto come Agn...[Continua]

Spectre

Capitolo n. 24 di 007, Daniel Craig e Sam Mendes fanno il bis, mentre noi spettatori aspettiamo l'uscita in sala di No Time To Die, rimandato a causa del corona virus. Già ai tempi di Skyfall Craig aveva fatto capire di essere arrivato al capolinea con Bond, estenuante e fisicamente molto provante, tuttavia qualcosa o qualcuno deve averlo convinto a stringere i enti e portare a compimento anche il...[Continua]

Skyfall

Bond numero 23, quello deputato ad onorare il cinquantenario della serie. Il team produttivo sempre saldamente in mano a Barbara Broccoli e Michael G. Wilson spinge per mantenere quel senso di continuity introdotto a partire da Quantum Of Solace, una novità per il franchise che invece era vissuto sempre di episodi a compartimenti stagni, pur osservando dei parametri costanti in alcuni personaggi (...[Continua]

Lo Spaccone

Gli anni '50 erano ritenuti anni di grande ipocrisia, anche e soprattutto sul piano delle istanze sociali. Razzismo, antisemitismo, maccartismo, discriminazioni a vario titolo, Hollywood non scalpitava dal desiderio di portarle al cinema, inimicandosi i colletti bianchi americani e magari anche la parte di pubblico più benpensante e conservatrice. Robert Rossen invece era interessato proprio a que...[Continua]

La Scuola Dell’Odio

Tutti ne parlano come di un film di Stanley Kramer, compreso Sidney Poitier, anche se in effetti Kramer qui si sarebbe limitato solo a produrre, mentre la regia sarebbe appannaggio di Hubert Cornfield. Forse Kramer ha avuto un'influenza più pesante sul film che quella "esterna" riservata ad un produttore, e del resto l'uomo non era esattamente tascabile e irrilevante. La Scuola Dell'Odio in origin...[Continua]

Solo Per I Tuoi Occhi

James Bond numero 12, quello che tragitta l'eroe concepito da Ian Fleming nel decennio degli '80, per altro dopo un capitolo rutilante e funambolico come Moonraker, che aveva sparato l'agente segreto direttamente nello spazio ed aveva visto un successo enorme al botteghino. Restituire al pubblico il loro beniamino andando addirittura oltre lo spazio cosa poteva comportare? E' esattamente il proble...[Continua]

La Signora In Bianco – Insignificance

Nicolas Roeg non è un regista facile, ogni suo film presenta insidie ed ambiguità, piani di lettura stratificati, simbolismi, non-sense apparenti, voluti o puramente estetici, comunque una gran cura della messa in scena e lasciano un grosso punto interrogativo sulla testa dello spettatore una volta esauriti i titoli di coda. La Signora In Bianco, tratto dall'omonima opera teatrale di Terry Johnson...[Continua]

La Spia Che Mi Amava

Decimo titolo della saga di Bond, terzo con Moore nel ruolo di 007, secondo con Lewis Gordon dietro la macchina da presa, primo con il solo Albert Broccoli in Produzione, orfano del sodale Harry Saltzman, anno 1977. Il film venne licenziato dalla MGM dopo molte peripezie. Cambiarono sceneggiature (e sceneggiatori), registi (Guy Hamilton avrebbe dovuto dirigere anche questo capitolo), Broccoli dove...[Continua]

Fellini Satyricon

Non mi avventuro in alcun modo in una disamina su Fellini, sul suo cinema e neppure sul Satyricon stesso, non ne sono all'altezza, fior di critici ne hanno trattato e parzialmente il "mistero" rimane ancora irrisolto e tutto da sviscerare, l'universo del cineasta italiano probabilmente più famoso e celebrato nel mondo, di certo tra i più creativi e visionari. Il Satyricon poi è un mistero nel mist...[Continua]

Sogno Di Una Notte Di Mezza Età

Quarta regia di Daniel Auteil (forse la prima ad arrivare in Italia, ma potrei sbagliare), navigatissimo attore francese che personalmente apprezzo molto, versatile e di lungo corso (una quantità industriale di pellicole interpretate sin dal 1975). Spesso sue compagno di bagordi è stato Gerard Depardieu, naturale quindi che Auteil lo chiami a sé anche per questo suo lavoro dietro la MdP. Dietro e ...[Continua]

Serenity – L’Isola Dell’Inganno

Steven Knight è uno sceneggiatore con tanti copioni (cinematografici e televisivi) nel curriculum ma solo tre regie, ad oggi. L'ultima di queste è il qui presente Serenity, al quale i distributori italiani hanno ritenuto stupidamente di aggiungere "L'Isola Dell'Inganno", stupidamente perché non ce n'era alcun bisogno (il titolo era conciso e sufficientemente "facile" da essere memorizzato persino ...[Continua]