S

Sid & Nancy

Nel 1986 il poco più che trentenne Alex Cox, fresco del successo ottenuto con il bizzarro e fosforescente debutto Repo Men (1984), si avventura in un biopic anarco-chimico sulla vita, le opere e la distruzione perpetrata da Sid Vicious assieme alla sua Giulietta Nancy Spungen. Il film su Sid doveva essere inglese e così è, britannico fin nel midollo anche se la seconda parte è ambientata in Americ...[Continua]

Il Sol Dell’Avvenire

Quattordicesimo lungometraggio di Nanni Moretti un po' ripiegato su se stesso, non che abitualmente il cinema di Moretti non sia autoreferenziale e forse anche un po' autoindulgente - è indubbiamente la sua cifra - ma certamente Il Sol Dell'Avvenire pare quasi un testamento sebbene io mi auguri che Moretti abbia ancora tante altre pellicole davanti a sé. Un po' lascia interdetti la sua recitazione...[Continua]

Gli Spostati

Marilyn Monroe torna a lavorare con John Huston dopo Giungla D'Asfalto, sono trascorsi 11 anni, relativamente pochi ma in realtà moltissimi se si pensa alla filmografia che nel frattempo ha tenuto occupata Marilyn, ben 21 titoli che hanno profondamente cambiato Norma Jeane Mortenson Baker Monroe trasformandola come donna e come attrice. Il suo stato d'animo è completamente diverso e quello con il ...[Continua]

L’Ultima Salomè

Ancora intriso dei fumi mefitici dell'età georgiana messa in scena con Gothic (1986), alle prese con le allucinazioni per l'appunto gotiche di Percy Bysshe Shelley, Mary Shelley, John Polidori e Lord Byron, Ken Russell si sposta in avanti di appena qualche decennio, trasferendosi nell'età vittoriana e ponendo stavolta la propria attenzione su Oscar Wilde. Il poeta e drammaturgo inglese è ritratto ...[Continua]

Il Sudario Della Mummia

Il Sudario Della Mummia è il terzo capitolo della serie sulle mummie della Hammer iniziato nel 1959 con La Mummia, proseguita nel 1964 con Il Mistero Della Mummia, poi il qui presente Sudario nel 1967, quindi terminata come tetralogia nel 1971 con Exorcismus - La Dea Dell'Amore (in originale Blood From The Mummy's Tomb). Ed è anche l'ultimo film ad essere stato realizzato nella sede storica degli ...[Continua]

Il Signor Quindicipalle

Donne Con Le Gonne nel 1991 incornicia il momento più alto per Francesco Nuti, perlomeno al botteghino, anche se a livello di contenuti il film sta un gradino sotto quell'incredibile cavalcata che lo ha portato nel cuore del grande pubblico lungo gli anni '80. Come Nuti stesso ebbe a dire, quel film coincise anche con l'inizio del suo periodo buio, risentimento, insoddisfazione, delusioni amorose ...[Continua]

Lo Squartatore Di New York

Su ogni film di Fulci sono state scritte enciclopedie che spesso e volentieri più che di cinema trattano di psicanalisi, psicopatologia, delle paturnie di Fulci, della sua (presunta) misoginia, della sua (presunta) misantropia, e come trattava gli attori, e come trattava le attrici, e quanto abbaiava sul set, e il nichilismo, eccetera eccetera. Certamente anche dentro Lo Squartatore di New York ci...[Continua]

La Sbandata

Nel 1974 Salvatore Samperi è sotto contratto con la Cinélite ma vuole assolutamente occuparsi di un film che sarà distribuito da Titanus. Si è innamorato del romanzo Il Volantino di Piero Buttitta e ne ha tratto una sceneggiatura assieme a Ottavio Jemma. Si inventa allora produttore e appiccica il ruolo (farlocco) di regista al suo secondo Alfredo Manfatti, documentarista, tant'è che questa rimarr...[Continua]

La Stranezza

Roberto Andò è uno che si va a prendere sempre film difficilissimi, sceneggiature complicate, a volte "pericolose", si assume rischi ma non rinuncia a fare e girare i film che vuole ed in cui crede. Lo dimostra anche La Stranezza, nonostante in realtà il botteghino almeno stavolta pare gli stia dando ragione, eleggendo la pellicola a titolo più visto del momento e chissà, forse dell'anno (ma manca...[Continua]

La Santa Piccola

Primo lungometraggio di Silvia Bruganelli, dopo due corti e diversi titoli televisivi e cinematografici come assistente alla regia o regista di seconda unità; il debutto avviene con una storia difficile e delicata di cui cura la sceneggiatura assieme a Francesca Scanu. Sacro e profano si mescolano, spingendosi molto in là nel sacro e molto in là nel profano; il baricentro è a Napoli, città d'elezi...[Continua]

Spencer

Vedi a volte a dar retta alle recensioni anziché al proprio istinto... si sbaglia. Volevo andare a vedere al cinema questo film, sentivo che era nelle mie corde, oltre alla simpatia umana sempre avuta per Lady D, tuttavia certe critiche che etichettavano il film come "piagnone", ed una certa antipatia invece per Kristen Stewart alla quale era stata addossata una responsabilità notevole nel dover i...[Continua]

Stand By Me – Ricordo Di Un’Estate

Dopo lo squinternato esordio con This Is Spinal Tap (1984) e la gradevole commedia Sacco A Pelo A Tre Piazze (985), Rob Rainer dà prova di essere il grande regista che è con l'adattamento del racconto The Body di Stephen King, contenuto nella raccolta Stagioni Diverse (Different Seasons) pubblicata nel 1982. King assomma un racconto per ogni stagione appunto e quello de Il Corpo è associato all'au...[Continua]