A

L’Angelo Sterminatore

Tra i più bei film di Luis Buñuel (abbonato ai bei film) nonché uno dei manifesti del surrealismo in 35 mm, L'Angelo Sterminatore è una pellicola potentissima che conserva inalterata la sua veemenza a distanza di oltre mezzo secolo dalla sua uscita nelle sale. Militante sotto la bandiera della guerra senza quartiere alla convenzioni, al conformismo, al moralismo, all'ortodossia, al perbenismo dell...[Continua]

L’Arcangelo

Non appena ho finito di vedere L'Arcangelo mi sono chiesto il perché di quel titolo, non riuscendo a ricondurlo ad alcunché riguardante la storia. Certo, era evidente che ci si stesse riferendo a Vittorio Gassman ed al suo avvocato Furio Bertuccia, ma perché, in cosa risulterebbe un arcangelo? Ho poi scoperto che inizialmente il film - che doveva essere diretto da Luigi Comencini - intendeva racco...[Continua]

Anna

Per qualche motivo Luc Besson non è mai diventato fino in fondo e per davvero un regista fashion, un Tim Burton o un Guillermo Del Toro della situazione; eterna promessa, autore di pellicole considerate veri e propri cult, osannato da uno zoccolo duro di estimatori, amato (e anche un po' odiato) dalla critica, a metà anni '90 con lavori come Nikita, Léon e Il Quinto Elemento nel carniere pareva av...[Continua]

Angel Killer

Angel Killer esce nei cinema americani nel 1984 attraverso la New World Pictures di Roger Corman e si rivela inaspettatamente un solidissimo successo commerciale, staccando l'equivalente di 2,2 milioni di dollari di biglietti venduti nel primo fine settimana di programmazione. Rimane per diversi mesi nella top ten, totalizzando oltre 17 milioni e diventando il miglior incasso della NWP quell'anno....[Continua]

Tutta Da Scoprire

Tarda commedia sexy, coproduzione italo-spagnola, nonché terz'ultimo film della Cassini, che chiuderà comunque la carriera cinematografica con un filotto col botto, sommando questa pellicola a L'Assistente Sociale Tutto Pepe (1981) e Giovani, Belle... Probabilmente Ricche (1982), rispettivamente di due numi tutelari del genere come Cicero e Tarantini. Qui veste i (pochi) panni di Filomena Stramici...[Continua]

L’Armata Delle Tenebre

Nel 1992 Sam Raimi chiudeva così la trilogia iniziata con The Evil Dead nel 1981, oltre un decennio prima. Impensabile per certi versi che quando il regista del Michigan dette avvio alla sua carriera con quella minuscola produzione indipendente a basso budget, fatta con e tra amici, pensasse di arrivare così lontano, avendo creato un autentico culto capace di sopravvivere per decadi, amatissimo da...[Continua]

Heartburn – Affari Di Cuore

Nora Ephron sceneggia il suo matrimonio, o meglio il fallimento del suo secondo matrimonio, quello con Carl Bernstein, il giornalista che insieme a Bob Woodward condusse per il Washington Post l'inchiesta sul Watergate che costò la presidenza a Nixon, come è scritto nei libri di storia. Bernstein ha dimostrato di essere uomo integerrimo professionalmente e dagli alti ideali etici e civili, ma evid...[Continua]

L’Appuntamento

Giuliano Biagetti, pisano, è stato un regista discontinuo e a suo modo anche un po' misterioso. Esordisce nel '53 con Rivalità, grazie all'aiuto (finanziario) di Rossellini. Lavora nel mondo dei caroselli televisivi (girandone anche con Totò ma curiosamente questi non verranno mai trasmessi e anzi, addirittura trafugati). Dalla fine degli anni '60 si cimenta in pellicole di genere, anche sotto pse...[Continua]

Armi Chimiche

Coproduzione che ha coinvolto addirittura cinque paesi (Israele, Belgio, Inghilterra, Olanda e Portogallo), ognuno dei quali ha il suo quarto d'ora di celebrità. La storia è ambientata per lo più tra Belgio e Olanda, ma c'è una tappa a Tel Aviv, il Portogallo viene evocato, mentre l'Inghilterra.... beh l'Inghilterra quando si tratta di spie c'entra sempre. Dietro la macchina da presa c'è l'israeli...[Continua]

Striptease – Attrazione Mortale

Nello stesso anno di Malèna e Under Suspicion (con Gene Hackman e Morgan Freeman), esce nella sale Striptease - Attrazione Mortale, o perlomeno esce in quelle francesi con il titolo (originale) di Franck Spadone - Confessions d'un Pickpocket. In effetti non ricordo l'uscita in Italia, ma può darsi che la mia memoria perda colpi. Fatto sta che in homevideo il prodotto circola rititolato come Stript...[Continua]

Assicurasi Vergine

Dopo circa una quarantina di film (con Amedeo Nazzari, Alberto Sordi, Aldo Fabrizi, Totò e Peppino), Giorgio Bianchi chiude la carriera nel 1967 con un musicarello (Quando Dico Che Ti Amo) e questa commediaccia, girata come penultima ma uscita in sala postuma, nell'aprile del '67. E' il terzo film di Romina Power (anche se talvolta viene spacciato come il suo esordio), all'epoca 17enne, prima del ...[Continua]

Aliens – Scontro Finale

Visto l'invidiabile successo raccolto da Alien ('79), l'idea del sequel assilla subito i produttori ma, tra brutti soggetti e problemi di assetto societario della 20th Century Fox, ci mette un bel po' ad arrivare. Buona parte del merito lo si deve a James Cameron, coinvolto dopo Terminator (altro notevole exploit al botteghino), il quale scrive una sceneggiatura e riesce a convincere Sigourney Wea...[Continua]