A

Amami

Amami sembra il grido disperato di Moana Pozzi, che gira questo film da protagonista due anni prima di morire. Per altro il film (1992) va nei cinema l'anno dopo, a causa dell'iter censorio, quindi tra l'uscita in sala e il feretro della Pozzi trascorrono appena 18 mesi. Rivista in quest'ottica, la tranquilla e tutto sommato buffa pellicola di Bruno Colella lascia davvero l'amaro in bocca, assume ...[Continua]

Amorestremo

All'inizio del nuovo millennio si respirava un'aria nuova, una brezza frizzante, una vibrazione che sembrava dover aprire nuove porte, inesplorate, piene di possibilità. L'avvento massiccio dell'informatica e della rete elevarono a potenza questa idea, soprattutto scacciato via lo spettro del millennium bug (se qualcuno ancora se lo ricorda), uno dei più grossi spauracchi scientifici di sempre. In...[Continua]

L’Amica Di Mio Marito (Frank & Eva – Living Apart Together)

Dopo che il cineasta olandese Pim de la Parra era salito agli onori della cronaca (perlomeno a livello underground) nel 1969 con l'ottimo Obsessions (aka Bezeten, Het Gat In De Muur), al quale aveva contribuito persino Martin Scorsese a livello di sceneggiatura, segue tra gli altri l'interessante Blue Movie (1970) e un anno dopo questo Frank & Eva, distribuito in Italia come L'Amica Di Mio Mar...[Continua]

A-009 Missione Hong Kong

Ernst Hofbauer esplora i generi in carriera, perlomeno inizialmente si dedica al crimi, al western, al thriller, allo spionistico, per poi orientarsi sul cinema erotico, sul quale si attesterà in modo quasi esclusivo (dirigendo, tra gli altri, ben 13 capitoli del celebre Schuldmadchen Report, istituzione della sexploitation con pretese pseudo documentaristiche). Prima di questa svolta sexy si occu...[Continua]

Ad Astra

C'è chi dice che dopo il 1968 non si dovrebbe avere nemmeno più l'ardire di girare film di fantascienza. L'anno di 2001: Odissea Nello Spazio, per quei pochi che non lo ricordassero. Circa 15 mesi dopo avvenne l'allunaggio, altra data che avrebbe potuto scoraggiare (o, al contrario esaltare) molti registi. Fatto sta che per disgrazia o per fortuna la fantascienza è andata avanti, copiosa e generos...[Continua]

L’Agenzia Dei Bugiardi

Il materiale per la rubrica Benbow Vs La Commedia Italiana 2.0 è praticamente inesauribile, ogni anno il nostro cinema ne produce in gran quantità. Di De Blasi mi ero già occupato a proposito di Un Natale Stupefacente, film che certo non mi aveva entusiasmato ma che in confronto a questo pare Partitura Incompiuta Per Pianola Meccanica di Michalkov. Ho lungamente riflettuto anche se fare una recens...[Continua]

L’Angelo Nero

Roy William Nell ha girato un centinaio di film, è stato anche produttore e sceneggiatore, le sue origini erano irlandesi ed il suo vero nome era Roland De Gostrie. Ha diretto molti film a basso budget (che gli hanno fatto guadagnare il nomignolo di re del thriller horror britannico anni '30), è ricordato prevalentemente per le storie di Sherlock Holmes (1942 - 1946) interpretate da Basil Rathbone...[Continua]

Abbasso L’Amore

Se siete innamorati delle commedie con Rock Hudson, Doris Day, Tony Curtis, Sandra Dee, etc., e se è dai tempi di Harry Ti Presento Sally che non riuscite a trovare una film sull'amore con la F (e la A) maiuscola, mettete in programma di guardare Down With Love, al secolo Abbasso L'Amore. Il riferimento alla guerra dei sessi made in 60s, quelle pellicole sbarazzine dove lui e lei si fronteggiano i...[Continua]

Agente 007 – L’Uomo Dalla Pistola D’Oro

Nono Bond movie, quarto (ed ultimo) diretto da Guy Hamilton, secondo interpretato da Roger Moore. In tutta sincerità, a me Hamilton come deus ex machina di 007 non è mai piaciuto granché; tolto Goldfinger, i suoi apporti alla saga non sono tra i miei preferiti, la sua regia non mi è mai parsa sconvolgente, di mestiere ma non di grandissima personalità. L'Uomo Dalla Pistola D'Oro - al solito, tratt...[Continua]

L’Arbitro

Negli anni attorno al 1974 in cui Luigi Filippo D'Amico gira questo film, Lando Buzzanca è una infaticabile macchina da guerra, quasi come il protagonista di questo film, che ad un certo punto per reggere il ritmo è persino costretto ad assumere delle pillole anfetaminiche. 5 titoli nel '69, 7 nel '70, 4 nel '71, 6 nel '72, 3 nel '74, come anche nel '75 e nel '76; solo dal '77 il ritmo inizia un p...[Continua]

Agente 007 – Vivi E Lascia Morire

Capitolo numero otto, sempre Guy Hamilton alla regia, Sean Connery ha lasciato per la seconda ed ultima volta il ruolo e la premiata ditta Broccoli & Saltzman deve nuovamente arruolare un sostituto in grado di reggere un ruolo così importante. La scelta ricade su quella che era già stata a suo tempo la prima scelta. Roger Moore, figlio di un agente di polizia, nonché militare di istanza nella ...[Continua]

Agente 007 – Una Cascata Di Diamanti

Bond numero 7, un cavallo di ritorno visto che il precedente Al Servizio Segreto Di Sua Maestà (1969) è il primo (e l'unico) con George Lazenby nei panni dell'agente segreto, dopo ben cinque capitoli in mano a Sean Connery. Quel film decide di scommettere proprio sul cambiamento e così, oltre all'assenza dello scozzese, rivede certe formule rodate, come la poligamia di James, una trama troppo rivo...[Continua]

  • 1
  • 2
  • 8