marco

Miele Di Donna

Miele Di Donna, coproduzione italo-spagnola, è l'unico vero e proprio film di Gianfranco Angelucci, altrimenti noto per due operette su Fellini, due documentari su Fellini (oltre ad aver scritto proprio con Fellini Intervista e sceneggiato un film tv della Rai su Mozart tratto dal romanzo di Mörike, Mozart In Viaggio Verso Praga. In definitiva, l'intera carriera cinematografica di Angelucci ruota ...[Continua]

Forrest Gump

Liberamente ispirato all'omonimo romanzo di Winston Groom del 1986, Forrest Gump è una visione più idilliaca e conciliante del sogno americano, di chi partendo da zero può farcela, e nel caso di Forrest partendo persino da sotto zero. O perlomeno, da sotto il livello minimo di I.Q. considerato dalle istituzioni americane per essere accettato in una scuola pubblica e non essere spedito presso una s...[Continua]

Quo Vadis, Baby?

Quando arriva a Quo Vadis, Baby?, Gabriele Salvatores è già Gabriele Salvatores, un Oscar sul comodino (1992), uno dei pochissimi film di fantascienza di produzione italiana che si ricordi da decenni (1997), un piccolo gioiello come Kamikazen a far da biglietto da visita (1987), ed una cifra narrativa già alquanto delineata, quella della fuga dal grigiore della routine quotidiana verso posti esoti...[Continua]

Malèna

Tornatore è un regista con il quale non ho un rapporto troppo disteso, pur ritenendolo estremamente capace e dotato, spesso esco affaticato dalla visione di una sua storia, appesantito. Gran palato estetico, senso di grandeur, voglia di raccontare, un certo tocco classico e retrò, e tuttavia anche un retrogusto tutto suo che non di rado sfocia nella retorica e nell'enfasi oltremodo cariche, con ac...[Continua]

Casanova & Co.

Coproduzione franco-italo-austriaca, girata in veneto con un cast internazionale e molto ricco (soprattutto da un punto di vista muliebre), uscito anche come Some Like It Cool e 13 Femmes Pur Casanova. Il nostro bel Giacomo è incarnato da Tony Curtis, tutto sommato un casting sorprendente e inaspettato (solo un anno prima l'attore newyorkese era sul set di Elia Kazan per il dramma Gli Ultimi Fuoch...[Continua]

El Mariachi

Il mito (un po' sopravvalutato, a mio modesto parere) di Robert Rodriguez nasce qui, ad Acuña, Messico, dove prende avvio la storia del mariachi Carlos Gallardo. Terzo di dieci figli, di famiglia modesta, Rodriguez finanzia il suo primo film con i proventi derivanti dal suo lavoro di cavia umana per esperimenti. 7000 dollari, con così poco Rodriguez si proietta nella leggenda e dà avvio ad una car...[Continua]

Commissariato Di Notturna

Soggettista e sceneggiatore di pellicole interpretate da Walter Chiari, Aldo Fabrizi e Renato Rascel (che dirigerà diverse volte), nel 1974 Guido Leoni cura la regia di due film, Chi Ha Rubato Il Tesoro Dello Scià?, in Olanda, con Klaus Kinski e Susan Scott, e questo Commissariato Di Notturna (ma firma anche lo script di Amore Libero - Free Love, l'erotico esotico di Pier Ludovico Pavoni con Laura...[Continua]

In Punta Di Piedi

Due meraviglie assolute sul set di In Punta Di Piedi (1960), il debutto come attrice di Jane Fonda, il cui padre Henry era un buon amico di Joshua Logan, e Anthony Perkins, che in realtà fu una seconda scelta o, per meglio dire, un ripiego obbligato, vista l'indisponibilità della Warner Bros ad investire su due nomi troppo giovani ed ancora poco "solidi" come garanzia di un buon incasso. Ci doveva...[Continua]

Donatella

Attorno alla metà degli anni '50 Elsa Martinelli diventava Donatella e poi Manuela (il film di Guy Hamilton), evidentemente aveva la faccia giusta per delle donne che dovevano essere raccontate al cinema. Monicelli la dirige nel film del 1956, che le frutta l'Orso d'Oro come miglior attrice al Festival di Berlino, permettendole di essere apprezzata anche come attrice talentuosa oltre che come bell...[Continua]

Il Colore Venuto Dallo Spazio

Quinto adattamento cinematografico dell'omonimo racconto di Lovecraft, pubblicato nel 1928 su Amazing Stories, afferente al ciclo di Cthulhu ma in realtà completamente svincolato, poiché autonomo e privo di riferimenti diretti alla semi divinità polipesca come ad altri figure del pantheon lovecraftiano. C'è però lo spazio come sede di forze ed energie arcane, tenebrose ed insondabili. Alla regia s...[Continua]

Snack Bar Budapest

Racconta Brass che all'altezza di Capriccio (1987) era abbastanza arrabbiato del fatto che il mondo della Produzione cinematografica italiana stesse andando a ramengo. La figura dell'investitore coraggioso non c'era più, i produttori parevano di colpo diventati dei passacarte dei signori della televisione che decretavano di fatto quale film si sarebbe fatto e quale no, vincolandolo alla possibilit...[Continua]

La Gatta Sul Tetto Che Scotta

Nel 1955 Tennessee Williams compone l'omonima opera teatrale ed appena tre anni dopo Richard Brooks ne cura la riduzione cinematografica. Williams era un drammaturgo molto corteggiato dal cinema, egli stesso firmerà sei sceneggiature per il grande schermo tra il '56 e l'80. La Gatta Sul Tetto Che Scotta fu un film che però lo deluse molto poiché a suo dire guastò "la purezza" della sua creazione, ...[Continua]