marco

Interceptor – Il Guerriero Della Strada

Due anni ed arriva il sequel di Mad Max, non sarebbe potuto essere altrimenti visto il grande e per certi versi inaspettato successo riscontrato dal primo capitolo. Per altro c'era un conto in sospeso con l'America, la quale aveva importato Mad Max ma lo aveva interamente ridoppiato (mal sopportando gli accenti australiani), il che aveva contribuito a rendere più spuntata la ruspantissima pellicol...[Continua]

Mille Peccati… Nessuna Virtù

Già attivo come sceneggiatore e fattosi le ossa come aiuto regista (ad esempio per Brunello Rondi e Bava), Sergio Martino esordisce dietro la MdP (col fratello Luciano saldamente in cabina di Produzione) con un documentario su vizi, e tabù sessuali del pianeta, nell'anno di grazia 1969. Tutto il decennio era stato occupato dai cosiddetti mondo movies di Jacopetti, Prosperi, Montero, Margheriti, Sc...[Continua]

Abbasso L’Amore

Se siete innamorati delle commedie con Rock Hudson, Doris Day, Tony Curtis, Sandra Dee, etc., e se è dai tempi di Harry Ti Presento Sally che non riuscite a trovare una film sull'amore con la F (e la A) maiuscola, mettete in programma di guardare Down With Love, al secolo Abbasso L'Amore. Il riferimento alla guerra dei sessi made in 60s, quelle pellicole sbarazzine dove lui e lei si fronteggiano i...[Continua]

Interceptor

Qualcuno ha idea del perché un film con un titolo anglofono venga distribuito in Italia cambiandolo con un altro titolo anglofono, che per giunta fa riferimento all'auto del protagonista e non al protagonista stesso? Non si sa, misteri dell'intelligenza distributiva nostrana, però è così che nel gennaio del 1980, 10 mesi dopo la sua uscita in patria, Interceptor, ovvero Mad Max, è proiettato nei c...[Continua]

La Dalia Azzurra

Raymond Chandler, padre del genere hardboiled e di Philippe Marlowe, scrisse questa sceneggiatura per il film (la sua prima appositamente per il cinema), poi diretto da George Marshall (regista di lungo corso, che dirigerà un paio di volte anche Jerry Lewis). Le riprese iniziarono a sceneggiatura ancora aperta (nel marzo del '45), una fretta dovuta al fatto che Alan Ladd rischiava di essere richia...[Continua]

Hollywoodland

Il film di Allen Couler, regista televisivo di lunga esperienza (House Of Cards, Law And Order, Boardwald Empire, Sons Of Anarchy, Sex And The City, i Soprano, X Files, etc.) ma che esordisce al cinema proprio con Hollywoodland, racconta un mistero americano mai completamente risolto, la morte di George Reeves, celebre Superman catodico che andò in onda tra il 1952 ed il 1958. Pur con all'attivo a...[Continua]

Stanlio & Ollio

Se per un verso fare un film su Stanlio & Ollio pareva vincere facile, dall'altro trovare la chiave giusta per portare sullo schermo la coppia comica probabilmente più amata e celebrata di tutti i tempi non era affatto semplice. Si rischiava di fare qualcosa di troppo agiografico o, al contrario, di troppo irrispettoso, trovarsi contro fiumane di fan inferociti poteva essere l'esito più probab...[Continua]

Tutti I Numeri Del Sesso

Daniel e Mark Waters sono due fratelli registi, non esattamente dei cineasti di grandissima leva, a scorrere il loro curriculum artistico. Daniel è stato soprattutto sceneggiatore (suo lo script di Batman - Il Ritorno e quello del piccolo cult anni '80 Schegge Di Follia), come regista ha firmato sin qui appena due pellicole, Maial Campers (un titolo un garanzia) e Tutti I Numeri Del Sesso (anche i...[Continua]

Underwater

William Eubank nel 2011 ha diretto Love, che è un film di fantascienza, mentre nel 2014 ha diretto The Signal, che è un film di fantascienza, a differenza di Underwater che è un film di fantascienza (anche se robustamente innervato di horror). Tutto si può dire tranne che il regista americano non mastichi il genere e non ne sia attratto. Dei tre, il film licenziato dalla 20th Fox (ultimo ad avere ...[Continua]

Blue Movie

Wim Verstappen fonda nel 1967 la Scorpio Films assieme a Pim de la Parra, col quale dirige e produce film e assieme al quale lavora sin dal 1964 nella redazione del magazine Skoop. Il team si guadagna anche il nomignolo di Pim & Wim. Alla coppia, ed in particolar modo a Wim, qui regista, si deve il film Blue Movie, coproduzione olandese e tedesca (con fondi provenienti dal Liechtenstein), stor...[Continua]

Ready Player One

Cominciamo col dire che non ho letto il romanzo omonimo dal quale è tratto il film, scritto da Ernest Cline nel 2011 ma, per quello che visto, credo che la pellicola di Spielberg sia tranquillamente godibile e comprensibile anche senza il sostegno delle pagine scritte. Per altro naturalmente si sono levate diverse voci a sottolineare come il film ometta tutta una serie di cose rispetto al libro, c...[Continua]

Hammamet

Si è preso un gran bel rischio Amelio a scrivere e dirigere un film così, una patata bollente che in Italia potrebbe anche non venirgli perdonata. E infatti i commenti e le recensioni lette sul film, perlomeno quelli a caldo - poi ho smesso di leggerli, per non rovinarmi il gusto di una visione libera ed autonoma - insistevano perlopiù su un punto, la verifica spasmodica della condanna e/o della r...[Continua]